There's no point to any of this. It's all just a... a random lottery of meaningless tragedy and a series of near escapes. So I take pleasure in the details. You know... a Quarter-Pounder with cheese, those are good, the sky about ten minutes before it starts to rain, the moment where your laughter become a cackle... and I, I sit back and I smoke my Camel Straights and I ride my own melt.

lunedì 15 luglio 2013

Addio a Cory Monteith e al mitico Tonino Accolla


Lo ricorderemo sempre come il buon Finn Hudson, ragazzone tutto muscoli e cuore d’oro di Glee:
impossibile dimenticare il suo sguardo cristallino, il sorriso contagioso e quell’inconfondibile aria da bravo ragazzo.
Il protagonista di Glee, Cory Monteith, 31 anni, è stato trovato morto ieri in una stanza al ventunesimo piano dell’hotel Pacific Rim di Vancouver, Canada. 
Difficile trovare le parole giuste in questi casi, tutto suonerebbe retorico e melenso. 
Impossibile non dedicare un pensiero a Lea Michele, fidanzata dell'attore nella realtà nonché sua partner nella fortuna serie di Ryan Murphy.
Addio Cory.




Giornata tristissima, quella di ieri, anche nel panorama artistico italiano. 
A lasciare un grandissimo vuoto, Tonino Accolla, celebre doppiatore nato a Siracusa nel 1949, una delle voci più rappresentative del nostro Paese.
Diventato famoso per aver doppiato star internazionali del calibro di Eddie Murphy, Ben Stiller e Billy Crystal e indimenticabile per aver dato la voce, dalle origini a oggi, a Homer Simpson, Tonino si è spento ieri, all’età di 64 anni, dopo una lunga malattia.
Oggi voglio ricordarlo così, mentre cantava una serenata telefonica a Meg Ryan in Harry ti presento Sally. 




1 commento:

Barbara Jurado ha detto...

Povero Cory, la canzone che hai scelto è LA canzone di Glee, la migliore in assoluto della migliore stagione, cioè la prima.
Tonino è stato un grande doppiatore, addio a entrambi.