There's no point to any of this. It's all just a... a random lottery of meaningless tragedy and a series of near escapes. So I take pleasure in the details. You know... a Quarter-Pounder with cheese, those are good, the sky about ten minutes before it starts to rain, the moment where your laughter become a cackle... and I, I sit back and I smoke my Camel Straights and I ride my own melt.

sabato 17 marzo 2012

Focus su GCB - Good Christian Belles: la ABC si trasferisce in Texas



Sono bionde, siliconate e kitsch: vanno in Chiesa ogni domenica, e in settimana, tentano di sedurre il marito delle vicine di casa. Sono le irresistibili e irriverenti protagoniste di GCB, la nuova serie che ha debuttato sul network di Desperate Housewives

L’ottava stagione di Desperate Housewives è ormai agli sgoccioli, e alla Abc non resta che correre ai ripari, orfana di una serie che per anni ha garantito ottimi ascolti ogni settimana e un folto seguito di pubblico che è rimasto fedele nonostante gli alti e bassi nella trama. A breve dovremmo quindi dire addio agli irresistibili misteri di Wisteria Lane, a personaggi indimenticabili che porteremo sempre nel nostro cuore, alla forte e intensa componente narrativa che per anni ha caratterizzato lo show ideato da Marc Cherry. Vi sentite pronti? Forse no, e forse, come è accaduto con Lost, non accadrà mai, ma cercare altrove telefilm che possano in qualche modo tentare di riempire “quel vuoto” lasciato dalla chiusura della nostra serie preferita è la soluzione più appropriata. È proprio il network in questa circostanza, a venirci incontro tra l’altro:
sulla scia del discreto successo ottenuto dalla comedy Suburgatory, una delle principali (e più fortunate) novità di quest’anno, la Abc ha deciso di tenersi stretta l’atmosfera patinata e kitsch di questa sitcom, per trasferirla però in un’assolata cittadina del sud del Texas, dove a fare da sfondo a un gruppo di bionde quarantenni, siliconate nei punti giusti e strette in abiti succinti, troviamo rodei e anelli di cipolla fritti, musica country e cappelli da cowboy.
GCB
- Good Christian Bitches, questo il titolo originario della new entry partita in midseason lo scorso 4 marzo, trasformato subito dopo le prime polemiche in Good Christian Belles, per evitare aspre e sterili proteste da parte di conservatori e cristiani.
Creata da Robert Harling (Fiori d’Acciaio, Sister Act, Il Club delle Prime Mogli) e prodotta da Darren Star, un nome, una garanzia, GBC punta su una fotografia nitida, brillante e dagli accesi colori pastello, una sceneggiatura caratterizzata su dialoghi ironici e rapidi e una regia fresca e frizzante. Lo humour portato in scena è cinico e aspro, divertente seppur a volte prevedibile, punta i riflettori sull’ipocrisia delle apparenze, i frivoli rapporti di vicinato e i colpi bassi tra amiche, qui edulcorati ad hoc. A completare il quadretto già di per sé parecchio appetitoso, un cast di tutto rispetto [...]

Continuate a leggere su Movieplayer.it per info sul cast, sul plot e per la photogallery dei protagonisti!   


E GCB è anche lo Stracult della settimana! 
Correte su TelefilmCult scoprite quale serie è invece finita tra gli Stracotti stavolta!

5 commenti:

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

serie per il momento parecchio divertente e con il potenziale per diventare mitica.. staremo a vedere con i prossimi episodi...

MsSmeraldina ha detto...

Eccomi qui! Se ti va ricambia ^_^

MissValerie ha detto...

un premio per te da me!! bacissimo

Robilandia ha detto...

L' ho iniziato ieri. Sono morta dalle risate e amo profondamente Carlene :D
Robi

Stargirl ha detto...

@Robi: anche io!!!!! :D