There's no point to any of this. It's all just a... a random lottery of meaningless tragedy and a series of near escapes. So I take pleasure in the details. You know... a Quarter-Pounder with cheese, those are good, the sky about ten minutes before it starts to rain, the moment where your laughter become a cackle... and I, I sit back and I smoke my Camel Straights and I ride my own melt.

mercoledì 22 febbraio 2012

Un pilot tira l'altro in vista degli Upfront

Nel mondo delle serie tv quello in corso è senza dubbio il periodo più interessante e intenso dell’anno: i maggiori network hanno iniziato a ordinare i primi pilot, a gettare le prime importanti basi per l’anno che verrà, a scegliere registi, attori e titoli per gli show da proporre ai prossimi Upfront che si terranno a maggio. Solo allora infatti, sarà finalmente svelato il destino degli oltre ottanta episodi pilota in fase di produzione in questi giorni, e solo quelli considerati più avvincenti e intriganti, entreranno di diritto nei palinsesti della nuova stagione televisiva 2012-2013.
Questo periodo è in gergo detto del “
pilot-buying” e tra gli ottanta show in cantiere in questo momento, si nasconde la futura serie cult che spopolerà il prossimo anno.
Alcuni passeranno, altri no, ma la maggior parte di loro stuzzicherà senza dubbio la nostra curiosità.
Tra rumors e spoiler vari intanto, qualche informazione sui casting e i plot è già iniziata a trapelare, nonostante in alcune occasioni ci sia il regista già pronto a girare con l’attore di punta, ma il titolo definitivo magari ancora no.
Vediamo quindi le prime indiscrezioni che circolano da qualche giorno sul web.

L.A. Noir
Sarà l’ex Walking Dead Frank Darabont a produrre e girare per il cable TNT il pilot dell’attesissimo L.A. Noir, il crime procedural incentrato sul libro di John Buntin
e sulla battaglia durata dieci anni circa, tra William Parker, capo della polizia e Mickey Cohen, pericoloso gangster della Los Angeles a cavallo tra gli anni ’40 e ’50. Tra criminali assetati di vendetta, infimi poliziotti corrotti, stelle del grande schermo ed eroi di guerra, spiccherà nientemeno che Milo Ventimiglia (Gilmore Girls, Heroes) nei panni di Ned Stax, un ex marine dell’esercito oggi avvocato immischiato con i boss mafiosi della città.

Bunheads ABC Family punta su Bunheads, la nuova serie di Amy Sherman Palladino in cui reciterà un’attrice a lei molto cara, Kelly Bishop, la mamma di Loreai (Lauren Graham) in Gilmore Girls.
Lo show racconta l’arrivo di una ex showgirl di Las Vegas, Michelle, interpretata da
Sutton Foster,  in quel di Paradise, piccola località della California, dove la ballerina si trasferirà in compagnia del suo novello sposo, un uomo conosciuto pochi giorni prima.
Qui, Michelle finirà a lavorare alla
Paradise Dance Academy, una scuola di danza gestita da Fanny, sua suocera, alla quale presta appunto il volto proprio la Bishop. 

Last Resort
La ABC propone un thriller ambientato nel futuro degli Usa, Last Resort, di Shawn Ryan e Karl Gajdusek, la cui regia è affidata a Martin Campbell, dietro la macchina da presa in Casino Royale.
Il plot si concentra su un gruppo di
uomini alla guida di un sottomarino nucleare, che dopo aver lanciato missili nonostante l’ordine di non farlo, verranno espulsi dalla NATO. Divenuti fuggitivi, dichiareranno di possedere ben 24 testate nucleari e mostreranno come, il violare le regole, comporterà sviluppi inaspettati nelle dinamiche del loro ristretto gruppo.  Nel cast Dichen Lachman, già in Dollhouse e Being Human.

Chicago Fire
Ruolo da protagonista per
Taylor Kinney (The Vampire Diaries, Fashion House) nel drama incentrato sul team del dipartimento dei vigili del fuoco di Chicago, proposto dalla NBC e sceneggiato da Dick Wolf, Michael Brandt e Derek Haas.  Kinney darà il volto al tenente Kelly Severide, vero e proprio leader della sua squadra, impegnata soprattutto in casi di incendi e imprese particolarmente pericolosi. Al suo fianco nel ruolo del capitano, direttamente da Oz, Eamonn Walker.

CBS Ancora privo di un titolo che convinca del tutto il nuovo poliziesco di punta della CBS, per cui sono stati scritturati due attori di grosso calibro, come Dennis Quaid e Michael Chiklis (The Shield, No Ordinary Family) che reciteranno rispettivamente nei panni di Ralph Lamb, cowboy di rodeo divenuto sceriffo di Las Vegas, e Johnny Savino, killer di Chicago recentemente trasferitosi a Las Vegas. Prodotta da Nicholas Pileggi e CBS TV, la serie sarà sceneggiata da Nicholas Pileggi e il pilot diretto James Mangold.
Grosse aspettative per la nuova comedy del network, anch’essa ancora senza titolo, interpretata dall’ex cheerleader di High School Musical, Ashley Tisdale che sarà Petra, sarcastica assistente di una stilista di capi vintage che con fatica cercherà di scalare la vetta nella Grande Mela.  Accanto a lei, un gruppo di giovani in carriera, disposti a tutti pur di realizzare i loro sogni in una società in piena crisi economica. Alla sceneggiatura Louis CK e Spike Feresten.

Ray Donovan
Showtime scommette sul drama-crime creato da
Ann Biderman (Southland) e prodotto insieme a Mark Gordon e Bryan Zuriff
che ha per protagonista Liev Schreiber, una versione modernizzata del signor Wolf, impegnato a risolvere i contorti e controversi problemi dell’élite di Los Angeles.
Nello show anche Jon Voight nel ruolo del padre di Ray, Paula Malcomson in quello di Abby, la moglie, Elliott Gould, mentore del protagonista e Kate Moennig. Di queste ore, la notizia che a loro si unirà anche Peter Jacobson, il primo dei reduci della chiusura di House MD.

666 Park Avenue Ritorno sul piccolo schermo dell’indimenticabile John Locke di Lost, nella serie Abc dedicata a tutti gli appassionati del genere horror, che trae ispirazione dall’omonima serie di libri di Gabriella Pierce. 
La trama ruota intorno a una coppia che si trasferisce in un losco condominio di Manhattan dove ogni abitante dello stabile ha stretto un patto col diavolo per vedere realizzati desideri e ambizioni.
Qui la guida completa dell’Hollywood Report sui pilot dei 5 principali network. 

10 commenti:

MiLo Sciaky ha detto...

Chissà che fine ha fatto il Pilot di Mia Wallace!
Quello si avrei tanto voluto vederlo!

Vanessa Guidolin ha detto...

Mamma mia se mi mettessi a guardare tutte le serie che stanno facendo la mia vita si ridurrebbe a un divano e un telecomando, Devo controllarmi!!

http://orangegworld.blogspot.com/

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

speriamo ci sia anche qualche idea davvero nuova e originale, e non le solite rimescolature e scopiazzature...

La firma cangiante ha detto...

In casa nostra potrebbero avere successo le prime due.

Io sono un fan sfegatato di James Ellroy, i temi trattati in L.A. Noir sono i suoi, Mickey Cohen compreso.

Consiglio a tutti i quattro libri bollati come L.A. Quartet: La Dalia Nerra, Il grande nulla, L.A. confidential e White jazz.

Fine del messaggio pubblicitario.

Mia moglie è forse la fan numero uno di Una mamma per amica, potrebbe non piacerle Bunheads? Chi lo sa.

Stargirl ha detto...

@MiLo: anche io!!!:-(

@Vanessa: basta concedersi la giusta dose di serie tv!

@Cannibale: sperem davvero!

@LaFirma: gli stessi che aspetto io con ansia!!! ;)

CyberLuke ha detto...

Come sempre, una panoramica davvero esaustiva. :)
E sei riuscita a stimolare il mio difficile appetito su almeno due serie: una, 666 Park Avenue (John Locke l'ho sempre giudicato un paio di spanne sopra il resto del cast di Lost), e anche Last Resort sembra appetitoso, almeno per i miei gusti para-sci-fi.

pa ha detto...

ciao! puoi partecipare anche tu all'intervista! le domande le copi da quella di cannibal, ci aggiungi una foto e poi mi mandi tutto via mail...ti apsetto! pa

Stargirl ha detto...

@CyberLuke: grazie caro! :)
Grandissimo Locke!!! immenso a dir poco!

@pa: molto volentieri! :)

Neurotic Blonde ha detto...

Sono molto curiosa di rivedere Kelly Bishop!!! Mi sento ancora orfana di Gilmore Girls!!!!

Strawberry ha detto...

Per il momento, letti così, m'incuriosisce tra tutti L.A. Noir...c'è pure Milo...e spero non si riveli una delusione...in generale mi auguro che con l'anno nuovo arrivino dei bei prodotti di qualità e non brutte copie di idee già ampiamente sfruttate...
e cmq...Kelly Bishop forever, che nostalgia di Gilmore Girls! :-D