There's no point to any of this. It's all just a... a random lottery of meaningless tragedy and a series of near escapes. So I take pleasure in the details. You know... a Quarter-Pounder with cheese, those are good, the sky about ten minutes before it starts to rain, the moment where your laughter become a cackle... and I, I sit back and I smoke my Camel Straights and I ride my own melt.

giovedì 3 maggio 2012

Un nuovo Lost è possibile?


Sono passati due anni dalla fine di Lost, (se ve lo siete perso, questo post merita) ma già da un po’ ormai, si vocifera su un probabile ritorno della serie, in tv o sul grande schermo, per concludere storyline lasciate aperte o eventualmente introdurre nuovi personaggi.
Dal canto mio preferirei che ciò non accadesse, vorrei che il ricordo di Lost, e tutto quello che ne scaturisce, restasse intatto, preservato, protetto insomma sotto una campana di vetro.
Da ieri però, i rumors si sono infuocati, per via di un’emblematica dichiarazione rilasciata da
Damon Lindelof al Variety’s Entertainment & Technology Summit:
Sono passati due anni da quando la serie è finita, noi abbiamo raccontato la storia che volevamo, ma mi sembra che il mondo non abbia visto la fine di Lost – e se così sarà, io non sarò coinvolto. Ma sarebbe ipocrita, per me che lavoro su Star Trek, dire che non voglio che nessuno tocchi la serie
Lindelof ha acecso quindi una speranza nel cuore di quella fascia di fan che vorrebbero che l’epopea ricominciasse, pur assicurando però che non ha alcuna intenzione di prendere parte a un eventuale progetto.
Una bomba esplosa nulla scia della notizia che presto Netflix potrebbe resuscitare Jericho, dopo anni di distanza, proprio come accadrà per Arrested Development.
Mi chiedo quale sia il senso, perché stavolta non lo capisco davvero. E più che altro, sono terrorizzata all’idea che presto o tardi, potrebbe spuntare fuori un Brandon Walsh parecchio invecchiato che continua a divider il bagno con la sorella Brenda.


E a scagliarsi contro il possibile ritorno di Lost, c'è anche la "collega seriale" Alessia su Linkiesta!

7 commenti:

newmoon35 ha detto...

L'ho amato alla follia, ha segnato un'epoca. Quindi spero proprio che non lo facciano ritornare. Ne ho un bellissimo ricordo, che resti quello.

CyberLuke ha detto...

Stargirl, dovresti stare attenta a riaccendere speranze come questa nei lostalgici come me.
Ma sai che giusto in questi giorni mi stavo riguardando la sesta e ultima stagione?
Trovandole, ahimé, tutti i difetti che vi avevo visto a suo tempo: infarcita di personaggi inutili (tutta la gang del tempio che in tutte le serie precedenti chissà che faceva... mah), incantesimi e magie (la grotta con la luce dorata...), ennesimi enigmi a cui non viene data risposta e di cui nessuno sentiva il bisogno, per tacere della "sala d'aspetto di Dio" finale.
Se qualcuno volesse riprendere le fila di Lost, avrebbe una bella gatta da pelare, ma di sicuro gli ascolti garantiti, almeno per le prime puntate.
Ma poi, come dovrebbe chiamarsi questa serie?
Lost Revelead?
Found?
:D

Sara fatina ha detto...

Nooo, io devo ancora vedere la fine!! Jericho non lo sopportavo, mi sembrava una brutta copia di Lost!

Stargirl ha detto...

@newmoon: concordo!

@Cyber: Found :D lol

@Sara: neanche a me Jericho è mai piaciuto più di tanto!

Arwen Lynch ha detto...

Vabbè Brandon Walsh è un po' datato anche se hanno fatto il sequel con 90210 con personaggi diversi, un seguito di lost sarebbe carino, complimenti x il blog mi aggiungo ai tuoi sostenitori ^^

Stargirl ha detto...

Ciao Arwen! Beh diciamo che 90210 non è tra le migliori serie realizzate negli ultimi anni ;) welcome!

Arwen Lynch ha detto...

grazie, eh si lo immagino, ammetto di non averlo visto tutto, solo qualche episodio della prima stagione e non mi ha preso, ma lost un ritorno sarebbe fantastico :)