There's no point to any of this. It's all just a... a random lottery of meaningless tragedy and a series of near escapes. So I take pleasure in the details. You know... a Quarter-Pounder with cheese, those are good, the sky about ten minutes before it starts to rain, the moment where your laughter become a cackle... and I, I sit back and I smoke my Camel Straights and I ride my own melt.

giovedì 22 dicembre 2011

X Men: First Class


art by Come Asfalto

Undici anni fa Bryan Singer diede vita a una delle trilogie più belle degli ultimi vent’anni, quella degli X-Men, gli affascinanti supereroi Marvel, dirigendone i primi due capitoli.
Dopo aver lasciato la regia del terzo episodio a
Brett Retner, Singer torna in veste di produttore, con X-Men: L’inizio (Fist Class), che costituisce il prequel della saga, scavando a fondo nel passato dei protagonisti principali della trilogia, i due nemici giurati per eccellenza, il Professor X (James McAvoy) e Magneto (Michael Fassbender).
Un antagonismo che ha radici lontane nel tempo e che viene oggi approfondito e analizzato per far luce sulle loro diverse visioni del mondo; due visioni diametralmente opposte sulla coesistenza tra mutanti e essere umani: una cinica, cupa e fragile, l’altra idealista, rosea, fiduciosa.
Nel film ci viene raccontato di come Magneto, il
villain per antonomasia della trilogia, figlio di un passato oscuro e di un’umanità crudele, perda fiducia nella tolleranza degli uomini nei confronti dei mutanti, una razza “diversa”, condannata alla discriminazione, vittima di un radicato pregiudizio capace di marchiare a fuoco il loro destino.
L’ambientazione negli anni Sessanta si ritrova nella ricercatezza di scenografie e costumi, divenendo così la cornice ideale a una pellicola che riesce a intrattenere il pubblico andando al di sopra delle aspettative, grazie a una buona sceneggiatura, a una regia, affidata a
Matthew Vaughn, attenta e vivace e alla caratterizzazione dei personaggi accurata, simile, per certi versi, seppur qualche passo indietro, al Batman Begins di Nolan.

"In te c'è molto più di quanto sai, non solo rabbia e dolore, c'è anche del bene l'ho sentito e quando saprai dominare tutto questo avrai un potere che nessuno potrà eguagliare, nemmeno io"


Recensione pubblicata su Cubovision.it

8 commenti:

El_Gae ha detto...

Sarà che ultimamente tutti i film che riesco a guardare per intero mi piacciono, ma a me questo è piaciuto tanto. In generale ho una vera passione per gli X men.

Frank ha detto...

Questo devo ancora vederlo, voglio godermelo in Blu Ray visto che al cinema non ho fatto in tempo. Questo 2012 sarà carico di arretrati...

Un saluto.

Squilibrato ha detto...

Passo e lascio un commento veloce per augurare buone festività.

Stargirl ha detto...

@El Gae: Concordo! su entrambi i punti!

@Frank: in blu ray renderà ancora di più secondo me!

@Squilibrato: grazie caro! auguroni!

Queen B ♛ ha detto...

mi è piaciuto molto, azzeccati i due protagonisti (sono di parte, ho una venerazione per Fassbender!);)
Buone feste

Frank ha detto...

Sì, sicuramente sarà notevole in bd. Ne approfitto per augurarti buon Natale.

Claudio ha detto...

In verità, sono contrario all'esistenza delle recensioni, ma finché mi parli bene della trilogia degli X-Men mi sta bene.

Stargirl ha detto...

@Frank e QueenB: auguri in ritardissimo!!!! scusatemi!

@Claudio: che dire, sono stata fortuinata allora! ;)