There's no point to any of this. It's all just a... a random lottery of meaningless tragedy and a series of near escapes. So I take pleasure in the details. You know... a Quarter-Pounder with cheese, those are good, the sky about ten minutes before it starts to rain, the moment where your laughter become a cackle... and I, I sit back and I smoke my Camel Straights and I ride my own melt.

mercoledì 28 settembre 2011

Terra Nova: e vissero felici e contenti 85 milioni di anni fa

2149.
La Terra è ben oltre l’orlo del precipizio: l’aria è diventata irrespirabile, molte specie si sono estinte, il cibo scarseggia e a causa del sovrappopolamento alle coppie viene imposto il divieto di procreare più di due figli. L’atmosfera cupa, fumosa e rarefatta risulta dannosa e deleteria per il genere umano, ma solo i più fortunati possono salvarsi.
Grazie a una falla nel sistema spazio-temporale generata da alcuni esperimenti nucleari infatti, intere colonie (sorteggiate dal Governo), possono saltare indietro nel tempo di 85 milioni di anni, tornare agli albori della storia dell’umanità, e ricominciare daccapo una nuova vita, in un mondo incontaminato, immersi nella vegetazione tra i dinosauri.
Su quest’isola, ribattezzata Terra Nova, all’interno di una zona perimetrata e protetta, le colonie vengono inserite all’internodi una comunità instauratasi lì decenni prima, che vive secondo regole e dettami precisi, la cui pace apparente è minata però da ribellioni, pericoli di vario genere e misteriosi segreti governativi.
Tra gli ultimi essere umani sbarcati su Terra Nova in questo nuovo esodo, il decimo per precisione, anche la famiglia Shannon composta dal poliziotto ribelle Jim (Jason O’Mara, Life on Mars) appena evaso dal carcere, la moglie Elizabeth (Shelley Conn), dottoressa e batteriologa inviata sull’isola a supporto dello staff medico, i figli adolescenti Josh (Landon Liboiron) e Maddy (Naomi Scott), e la piccola Zoe (Alana Mansour), di appena 5 anni.
Già dal primo giorno, Jim viene assoldato dal comandante Taylor (Stephen Lang), nel corpo di guardia dell’isola, per contrastare gli attacchi del mercenari del sesto esodo e proteggere la comunità.
Un quadretto familiare piuttosto banale e prevedibile, quello degli Shannon, a dispetto dell’ottimo potenziale sviscerato dalla nuova serie della Fox in questi due episodi inziali, Genesis part 1 e 2, che ha debuttato il 26 settembre negli States e sarà trasmessa in Italia il 4 ottobre su Sky (canale 111).
Tra gli ideatori e produttori esecutivi, alcuni nomi celebri e prestigiosi, su cui spiccano tra tutti Alex Graves , regista del pilot (Fringe, West Wing, Ally McBeal), Brannon Braga (autore di numerosi episodi di Star Trek: The Next Generation) e Craig Silverstein (Nikita, Bones).
Ciliegina sulla torta, alla produzione, Steven Spielberg ad alimentare ancora una volta, la sua passione sfrenata per i dinosauri. Il richiamo a Jurassic Park è ovvio quanto servito su un piatto d’argento, e gli effetti speciali sono degni delle migliori pellicole cinematografiche (nonostante il budget televisivo più limitato), grazie alle ottime ricostruzioni futuristiche e preistoriche, coadiuvate da un uso intelligente e preciso di CGI con ambientazioni e scenari realistici e sorprendentemente plausibili.
Il ritmo serrato e incalzante della regia cede solo nel corso del secondo episodio per qualche minuto, per risalire poi in maniera esponenziale, conferendo alla serie il fascino e le caratteristiche di un prodotto indubbiamente più cinematografico che non televisivo.
Immediato il paragone con Lost, soprattutto per gli scenari incontaminati e incontrastati (le riprese sono state effettuate per lo più in Australia), anche se in realtà, per le tematiche affrontate e gli argomenti trattati, la serie si avvicina maggiormente a Primeval, show britannico giunto quest’anno alla sesta stagione.
111 milioni di spettatori hanno seguito l’anteprima americana (in Italia è stata presentata ieri al Roma Fiction Fest) , impressionante successo per questa serie evento (stavolta è proprio il caso di dirlo),costata ben 150 milioni di dollari, tradotta in 21 lingue e acquistata da 85 paesi.
Ottime le premesse, interessante il plot seppur non troppo originale, e da apprezzare soprattutto l’idea dei produttori di non sforare oltre i 13 episodi previsti, a riprova del fatto che la serie si esaurirà dopo una stagione, motivo che ci fa sperare che non lasci strascichi di interrogativi lasciati a metà e misteri irrisolti, ma che si concluda in maniera esaustiva e completa, per non rimanere ancora una volta a bocca asciutta. Flash Forward docet.

16 commenti:

Noir ha detto...

Io non amo la tv,
veramente non la tengo nemmeno in casa,
tanto non la amo.

Però ti lascio un saluto.

Stargirl ha detto...

Io adoro le serie tv, soprattutto alcune, che a parer mio hanno tanto da raccontare e molte emozioni da regalare..
La tv in generale, decisamente no.
Grazie del saluto ^_^

GIO...ILLUSION ha detto...

come noir..

e ad ogni modo mi da la sensazione di un dejavu

Stargirl ha detto...

Si si, decisamente un deja vu, ma una chance voglio dargliela ugualmente! :)

Barbara Jurado ha detto...

Guarderò la prima puntata, ma non mi dice un granché, diamogli una chance! ;)

Stargirl ha detto...

Già solo per gli effetti speciali e il fascino del protagonista, la chance la merita! ;)

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

la prima puntata mi è sembrata davvero ridicola!
150 milioni di dollari buttati nel cesso, mi sa :D

Stargirl ha detto...

Consapevole che rischia il flop, gli dò una chance perché in realtà non mi è dispiaciuta.. Nonostante il plot banalotto, ha del potenziale secondo me.. sarà che in fondo in fondo, un po' le americanate mi piacciono! lol!

Marta ha detto...

Io non lo trovo triste...anzi, credo che attorno a loro tre ci sia molta naturalezza, e la naturalezza, a mio avviso, è sintomo di felicità e tranquillità.

Stargirl ha detto...

Intendevo triste per il finale e loro tre che si dividono. molto bello comunque. davvero

Garba ha detto...

Non seguo le serie e stavolta piangerò per il mio amore d'infanzia Jurassic Park, scopiazzato così.

Stargirl ha detto...

Ma no dai: invece magari ti farà sorridere perché ti porterà con la mente al tuo amore fanciullesco! :)

Ser Vlad ha detto...

Giovane, Carine e disoccupata..con un modo di scrivere che mi è molto familiare! ;) Potevi dirmelo subito che avevamo delle cose in comune! ;) Solo dai primi due post ho capito che parliamo la stessa lingua..film e serie Tv! ;)

Terranova lo sto aspettando anche io..più che altro per vedere se si tratta di boiata cosmica o di lavoro ben fatto. Io, come te, sono uno di quelli ancora lì che attende la seconda stagione di Flash forward e ancora si domanda di sto cazzo di blackout! Che nervi!

Credo proprio ti seguirò ragazza! ;) A presto!

Stargirl ha detto...

Che dire.. mi hai scritto mentre mi stavo spulciando il tuo blog da cima a fondo.. :) restandone parecchio affascinata! Hai stoffa, ragazzo ;) credo proprio che anche io ti seguirò!
Mannaggia al blackout..!!!!

Ser Vlad ha detto...

AHAH!Tempismo perfetto! ;) Grazie ancora per le belle parole..sono felice di questo incontro!

Quello stracazzo di blackout..ancora li odio per avermi lasciato lì la serie..che non so come abbia fatto a calar di ascolti.. misteri!

Stargirl ha detto...

Grazie a te!
Felice anche io!
un mistero che lascia un bel po' d'amaro in bocca...
mannagia il calo! ogni tanto sti americani non li capisco proprio!