There's no point to any of this. It's all just a... a random lottery of meaningless tragedy and a series of near escapes. So I take pleasure in the details. You know... a Quarter-Pounder with cheese, those are good, the sky about ten minutes before it starts to rain, the moment where your laughter become a cackle... and I, I sit back and I smoke my Camel Straights and I ride my own melt.

lunedì 22 aprile 2013

Da Vinci's Demons: l'attesissima serie di David Goyer, da stasera su Fox!



Dimenticate la barba bianca folta e le rughe accentuate e preparatevi a una nuova versione di Leonardo Da Vinci, totalmente diversa da quella stampata da sempre nell'immaginario collettivo.
Muscoli scolpiti, barba incolta, sguardo magnetico e carnagione olivastra: questo è giovane Leonardo nella Firenze del Rinascimento, secondo David S. Goyer, showrunner e produttore della nuova serie della Starz (in co-produzione con la BBC), Da Vinci’s Demons.
Lo show, che ha debuttato la scorsa settimana negli States e che sarà in onda da stasera alle 21.50 su Fox (canale 111 di Sky), racconta il periodo della giovinezza di Da Vinci, trascorso alla corte dei Medici, tra genio e sregolatezza, lunghe notti trascorse a studiare le teorie sul volo, giornate interminabili tra dipinti en plein air ed esperimenti di ogni tipo.
Tra misteri millenari, inganni, tradimenti, e pericolose cospirazioni, lo show focalizza l’attenzione non solo sulla controversa e affascinante personalità di Leonardo, ma anche sul potere del Vaticano e delle confraternite dell’epoca, come nel più classico dei romanzi di Dan Brown, per gettare le basi dell’incontro tra il protagonista e i membri di un misterioso e antico culto, quello dei Figli di Mitra.
Nei panni di Leonardo, l’attore britannico, classe ’81, Tom Riley (il Lawrence Shepherd di Monroe), affiancato dalla splendida Laura Haddock (How Not To Live Your Life) nel ruolo della conturbante Lucrezia Donati e James Faulkner (The Borgias) in quello di Papa Sisto IV. 
A un cast notevole e di tutto rispetto e a una scenaggiatura a prima vista solida e ben strutturata, si aggiunge la ricostruzione dettagliata, precisa e raffinata della Firenze dell’epoca.
Pittore, inventore, seduttore e spadaccino: tra istinto e follia, tra sensualità e creatività, questo è il giovane Leonardo Da Vinci raccontato dal creatore della trilogia de Il Cavaliere Oscuro nel suo Da Vinci’s Demons: gli studiosi e appassionati del celebre maestro avranno sicuramente qualcosa da ridire sul ritratto che ne fa Goyer, ma una chance a una serie godibile e originale come questa, non possiamo certo negarla. 


1 commento:

Marco Goi ha detto...

serie super trash, però il primo episodio è stato sorprendentemente divertente :)