There's no point to any of this. It's all just a... a random lottery of meaningless tragedy and a series of near escapes. So I take pleasure in the details. You know... a Quarter-Pounder with cheese, those are good, the sky about ten minutes before it starts to rain, the moment where your laughter become a cackle... and I, I sit back and I smoke my Camel Straights and I ride my own melt.

martedì 16 ottobre 2012

The Walking Dead: record di ascolti per la premiere della terza stagione



Per sopravvivere non possiamo far altro che combattere.
Lottare, per non lasciarci la pelle.
Nel lavoro, in amore, nella vita.
A volte non abbiamo alternative.
Un po’ di coraggio, tanta rabbia, troppo rancore.
E quell’aggressività che non pensavamo neanche lontanamente di possedere, ci assale all’improvviso e sgorga fuori dalla nostra anima, con una forza irruenta e incontrollata.
La sequenza iniziale di Seed, prima puntata della terza stagione di The Walking Dead, è caratterizzata da 5 minuti di puro silenzio, un silenzio carico di intensità e significato, un silenzio che da solo, racconta tutto quanto.
Da quando Rick e i suoi hanno perso Dale e Shane e sono sopravvissuti al peggiore attacco dall’inizio della serie a oggi, sono trascorsi parecchi mesi.
Hanno faticosamente superato l’inverno, e come la corteccia degli alberi, anche la loro pelle col freddo e le intemperie si è ispessita e indurita.
I protagonisti sembrano ormai privi di emozioni, e nonostante all’apparenza appaiano impavidi e spietati, nel profondo nascondono paura, rassegnazione.
Sono esausti, ma disposti a tutto pur di sopravvivere. Guidati da un leader instancabile come Rick, accettano di buon grado le su decisioni, nonostante rischino di scontrarsi ogni minuto con la morte.
Sono feriti, sfiniti, disperati.
Una prigione infestata dagli zombie è la loro unica salvezza, e sono disposti a dormire nelle celle, come animali in gabbia, tra schizzi di sangue e cadaveri, pur di trovare qualche ora di riposo.
Sono una squadra, un plotone, sono assassini efferati ed esseri umani talmente disperati da non esitare neanche un minuto di fronte a una gamba da amputare, come dimostra Rick al termine dell’episodio, quando senza fermarsi un secondo a pensare, sferra l’accetta sulla gamba di Hershel di fronte lo sguardo impietrito della figlia Maggie.
La premiere di stagione segna un record incredibile per la AMC: 10,3 milioni di spettatori con un rating nella fascia 18-49 del 5,8 e siamo solo all’inizio.
Non c’è più una democrazia, questo è poco ma sicuro.
E ora più che mai, non sembra esserci scampo alla fine.

3 commenti:

Misciu ha detto...

si preannuncia una gran serie

Alessio ha detto...

Anche a me piace questa serie!
Amo horror e fantascienza.

Patalice ha detto...

io sono un'appassionatissima di telefilm, e questo dovrebbe avere tutti i "numeri" per farsi amare da me... eppure... mah...