There's no point to any of this. It's all just a... a random lottery of meaningless tragedy and a series of near escapes. So I take pleasure in the details. You know... a Quarter-Pounder with cheese, those are good, the sky about ten minutes before it starts to rain, the moment where your laughter become a cackle... and I, I sit back and I smoke my Camel Straights and I ride my own melt.

giovedì 13 dicembre 2012

Awake: da stasera, alle 21 su Fox Crime




In seguito a un tragico incidente automobilistico, il detective Michael Britten (Jason Isaacs, il Lucius Malfoy della saga di Harry Potter) perde la moglie Hannah (Laura Allen) e il figlio Rex (Dylan Minnette), e si ritrova imprigionato nel dolore e in un’intricata spirale in cui il sogno non si riesce a distinguere dalla realtà.
Se in un mondo infatti Michael è vedovo e padre di un adolescente, nell’altro è ancora al fianco della sua splendida moglie ma in lutto per la morte del figlio avvenuta in seguito all’impatto.
La sua vita cambia una mattina dopo l’altra, e il risultato irreversibile è che lui si sveglia un giorno in un mondo e il giorno dopo in un altro.
Cosa gli resta per non perdere il filo del destino? Semplice, due braccialetti di colori differenti, uno rosso uno verde, da indossare secondo la realtà in cui il protagonista viene catapultato.
In entrambi i mondi si ritrova a risolvere delitti e crimini con due partner diversi, Isaiah Freeman
(Steve Harris) e Efrem Vega (Wilmer Valderrama), e contemporaneamente a cercare una via d’uscita da questo labirinto, con l’aiuto del terapista John Lee (B.D. Wong) nella realtà rossa e con quello della dottoressa Evans (Cherry Jones) nella verde.
Questo in poche parole il plot di Awake, la nuova serie della Nbc firmata Kyle Killen (Lone Star), a metà strada tra il fantasy e il crime.
Alla base c’è il paradosso del Gatto di Schrödinger e
l'idea dell’esistenza di un mondo parallelo, di una possibile realtà alternativa, tutte teorie affascinanti e misteriose da sempre così care a registi e scrittori.

Pronto a subentrare al posto di The Firm visti i disastrosi ascolti registrati sino a oggi (l’ultimo episodio ha ottenuto un misero e debole 0.8 di rating nel target demografico 18-49), il telefilm, il cui preair è già disponibile sul web, debutterà sulla Nbc giovedì 1° marzo e per vederlo in Italia dovremmo aspettare ancora qualche mese.
Risale a pochi giorni fa la notizia di un accordo con Kevin Weisman, l’indimenticabile Marshall Flinkman di Alias, per un ruolo ricorrente nella serie già dopo una manciata di episodi, in cui interpreterà l’emblematico Mr. Blonde, personaggio chiave per la risoluzione del mistero che vede protagonista Michael.
Lo spunto è interessante, la sceneggiatura discreta, ma in quanto a ritmo e hype non ci siamo affatto: nonostante Awake sia una delle serie più attese dell’anno sin dal Comic-Con 2011, l’impressione iniziale è che manchi totalmente di azione e velocità, e visto il genere, direi che si tratta di un deficit piuttosto elevato.
Qui trovate il primo episodio!

4 commenti:

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

a me è piaciuto. tra le serie usa, direi che è il primo pilot di quest'anno a farmi ben sperare..

La firma cangiante ha detto...

Peccato per il commento finale, sembrava interessante.

CyberLuke ha detto...

VIsto ieri il pilot.
Non male (anche se non nuovissima) l'idea di partenza, e il protagonista ha un volto che da solo regge lo schermo.
Questi i pregi.
I difetti, come riscontri tu, è l'assenza totale di ritmo e (ma questo riguarda me) lo sacrso appeal che hanno su di me i crime procedural.
Comunque, un altro paio di episodi me li guardo, vediamo che accade.

Stargirl ha detto...

@CyberLuke: siamo troppo sulla stessa lunghezza d'onda caro mio! Tra un po' tocca scrive i post a 4 mani! ;)